Composizione Corporea

Valutazione della composizione corporea
Prima di sottoporsi ad una dieta, e per tutta la sua durata, è opportuno eseguire una valutazione della composizione corporea, per capire cosa stà accadendo nel nostro organismo. E’ noto infatti che la perdita di peso, spesso può non significare perdita di grasso ma - soprattutto quando il calo è rapido –perdita di muscolo e di acqua. Si possono utilizzare diverse tecniche prese singolarmente oppure integrate tra loro, a seconda delle necessità.
Bioimpedenziometria tricompartimentale
Una tecnica semplice e affidabile per la misura della composizione corporea è l’analisi dell’impedenza bioelettrica (BIA) eseguita con un analizzatore professionale tricompartimentale,  validato per uso medico e assolutamente non invasivo.
Questa tecnica fornisce informazioni sullo stato di idratazione dell’individuo e su aspetti qualitativi della massa magra che esulano dal mero dimensionamento della massa grassa e della massa magra.

Adipometria
L’adipometro è uno strumento che si avvale di una tecnologia basata sugli ultrasuoni ed è in grado di mostrare i diversi strati adiposi (superficiale e profondo) e le fasce muscolari sotto cute.
Tuttavia, la stratigrafia non misura solamente lo spessore dei tessuti, ma consente di effettuare una analisi qualitativa degli stessi, distinguendo ad esempio un muscolo ben allenato da uno meno o un tessuto adiposo “fermo” metabolicamente, da uno che sta “bruciando”, in cui lo strato adiposo si assottiglia.

Dinamometria
Si esegue con uno strumento che determina la forza neuromuscolare misurata in kg. Questo valore correla con lo stato di nutrizione e fornisce importanti informazioni per il monitoraggio del soggetto sano, dello sportivo, dell'anziano o in condizioni patologiche. Si tratta di una metodica validata e oggetto di numerosi studi in nutrizione clinica e applicata.

Nessun commento:

Posta un commento